Propositi per il progresso

0 Posted by - 25 febbraio 2014 - Letteratura, Società

Supponiamo  che l’immensa trasformazione che noi stiamo vivendo e che ci sta cambiando, si sviluppi ancora, alteri fino alla fine ciò che rimane dei costumi, disponga in un altro modo i bisogni e i mezzi della vita; presto la nuova era produrrà uomini che non saranno più legati al passato da nessuna abitudine mentale. La storia non offrirà loro che racconti strani, quasi incompresibili; perché niente, nel loro tempo, avrà avuto un qualche esempio nel passato, e niente del passato sopravviverà nel loro presente. Paul Valery (Propos sur le progrès, 1929)